Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Viaggio in Lapponia

State organizzando un viaggio in Lapponia e vi occorrono informazioni dettagliate? Allora siete nel posto giusto!!!

In questo articolo voglio presentarvi il nostro recente tour della Lapponia per farvi capire come è stato strutturato, quali sono le attrazioni principali e le attività da svolgere. Tutte le indicazioni che vi fornirò saranno frutto della nostra esperienza in base al tour effettuato dall’8 al 12 marzo 2019 (2 giorni di viaggio e 3 di visita).

Come organizzare un Tour della Lapponia (Finlandia)

Come organizzare un Tour della Lapponia (Finlandia)

Giorno 1: Italia - Rovaniemi

Come anticipato sopra, per raggiungere Rovaniemi dall’Italia ci vuole praticamente un giorno interno di viaggio. Noi abbiamo comparato moltissimi voli dall’aeroporto di Roma per capire i prezzi e il numero di scali da effettuare. Alla fine, dopo moltissime ricerche, abbiamo capito che la cosa migliore era fare un solo scalo intermedio. Per risparmiare poche decine di euro a testa si poteva scegliere anche di fare 2 o addirittura 3 scali, ma il tutto a discapito del tempo impiegato e anche con compagnie diverse.

Alla fine abbiamo scelto di volare con la Finnair con un solo scalo ad Helsinki, sia all’andata che al ritorno. Il prezzo finale, rispetto a volare con compagnie diverse e fare più scali, è stato solamente di un centinaio di euro in più per tre persone. In definitiva ci siamo trovati molto bene con questa compagnia, puntuale, precisa e aerei puliti e spaziosi.

Siamo quindi giunti all’aeroporto di Rovaniemi alle 21:30 sotto una bella tormenta di neve. L’aeroporto è piccolissimo e dubito che di sera ci siamo trasporti pubblici locali che vi possano condurre a Rovaniemi. La città dista solamente 8 chilometri perciò vi conviene informarvi prima riguardo il transfer per il vostro albergo. Al limite penso che un taxi non costerà moltissimo vista l’esigua distanza.

Per le prime 3 sere abbiamo prenotato allo Scandic Hotel, una grande struttura con molti servizi e in un’ottima posizione!

Giorno 2: Villaggio di Babbo Natale, giro in slitta con le renne e Museo Arktikum

La nostra fiaba lappone comincia proprio qui! Dopo aver fatto colazione in hotel ci siamo diretti al Villaggio di Babbo Natale, situato proprio nel limite del Circolo Polare Artico a 7 chilometri a nord-est di Rovaniemi nei pressi dell’aeroporto.

Qui abbiamo partecipato alla Cerimonia del passaggio del Circolo Polare Artico. Siamo stati invitati in una capanna tipica lappone dove una signora “sciamana” ci ha raccontato diverse storie e leggende riguardo la Lapponia. Al termine dell’interessante incontro ci hanno consegnato il certificato che attestava la partecipazione all’evento... ovvero il passaggio al Circolo Polare Artico.

A seguire siamo andati a fare un bel giro con la slitta trainata dalle renne. Il percorso non è lunghissimo, circa un chilometro, però quanto basta per poter fare questa insolita e romantica esperienza. Approfittatene per fare conoscenza con questi magnifici animali e dargli qualcosa da mangiare.

Per pranzare ci sono alcuni locali tipici e turistici proprio all’interno del villaggio. Noi avevamo ancora gli avanzi del viaggio perciò ne abbiamo approfittato per fare una bella passeggiata; altri nostri compagni di avventura hanno mangiato nella tenda di legno con il tetto a punta riferendoci che si mangia bene e non si spende molto.

A questo punto non ci manca che andare a conoscere Babbo Natale. Quella che noi chiamiamo la casa di Babbo Natale in realtà è semplicemente il suo studio. Dopo aver oltrepassato le stanze del suo studio, per poterlo incontrare bisogna fare gratuitamente la fila... si entra a nuclei familiari, ci si presenta e ci si mette in posa per un paio di foto scattate esclusivamente dal loro reporter. Una volta usciti dalla sua stanza si incontra il photo shop dove è possibile acquistare, a prezzi esorbitanti, la foto e addirittura il video del magico incontro.

All’interno del Villaggio di Babbo Natale troviamo quindi il suo studio, l’ufficio postale dove poter spedire a meno di 10 euro la vostra letterina direttamente a casa vostra, ristorantini, negozi di souvernirs e la possibilità di fare il giro in slitta con le renne. C’è anche un parco giochi per i bambini... mia figlia non ha saputo resistere nonostante la neve :)

In definitiva non c’è moltissimo da fare e da vedere perciò, se ve la prendete comoda e vi fermate a mangiare direi che 4 ore sono più che sufficienti.

Rientriamo quindi a Rovaniemi dove decidiamo di andare a visitare il museo artico Arktikum. Questo museo è davvero interessante e a noi non sono bastate due ore per poterlo visitare a fondo come avremmo voluto, ovvero leggendo tutte le didascalie.

Per quanto riguarda la cena vi consigliamo di leggere l’articolo “consigli utili per un viaggio in Lapponia” in cui troverete moltissime informazioni utili tra cui i locali per poter mangiare.

Giorno 3: Zoo Artico di Ranua e giro in slitta con gli husky

Dopo una bella colazione in hotel è la volta di Ranua, una città che si trova a 80 chilometri a sud di Rovaniemi dove andremo a visitare lo Zoo Artico più a nord d’Europa e faremo un bel giro in slitta con gli husky.

Per raggiungere questa località noi avevamo già un pullman prenotato perciò non so indicarvi il metodo più pratico ed economico per arrivarci.

Siamo quindi giunti a Ranua, ovvero in un posto sperduto in mezzo alla natura, dove, oltre che allo zoo, c’era anche la famosa fabbrica di cioccolato finlandese “Fazer” dove posi abbiamo fatto razzia di stecche cioccolato :D

Per entrare allo zoo bisogna acquistare il biglietto nell’adiacente tavola calda. Non potete sbagliarvi, c’è solo quella. Leggete l’articolo dedicato allo Zoo Artico per capire meglio di cosa si tratta.

Terminata la visita allo zoo siamo andati nel vicino centro husky dove un simpaticissimo “musher” ci ha accolti e fornito tutte le informazioni necessarie per poter guidare la slitta trainata dagli husky. Già, avete capito bene, qui si ha la possibilità di governare la slitta, all’interno però di un percorso obbligato che i cani conoscono benissimo. E’ stata un’esperienza davvero emozionante ed unica. Il percorso è lungo circa tre chilometri e vi assicuro che il tempo passa così velocemente che neanche ve ne accorgerete. Io avrei fatto altri 10 giri se avessi potuto.

Abbiamo comunque visto che molti operatori propongono delle vere e proprio escursioni di qualche ora, perciò, se siete interessati informatevi bene che troverete sicuramente quello che fa per voi. Ricordatevi però che i prezzi non sono affatto modici :(

Per quanto riguarda il pranzo vi consiglio senza dubbio la tavola calda dove si acquistano i biglietti. Propongono un menù fisso a 12 euro con il quale potete mangiare a volontà. C’è anche il menù bambini a 8 euro con hamburge, patatine e bibita. Più che onesti considerando il luogo in cui si troviamo e il fatto che sia l’unico locale :)

Se vi resta un po’ di tempo libero, dopo il ritorno a Rovaniemi, vi consigliamo una passeggiata notturna all’interno dell’area pedonale dove si respira aria natalizia tutto l’anno. Volendo potete approfittare delle numerose proposte notturne per fare ciaspolate alla ricerca dell’aurora boreale oppure cavalcare le potenti motoslitte all’interno del fiume ghiacciato o in mezzo ai boschi. Sappiate comunque che queste attività hanno dei prezzi davvero esagerati.

Giorno 4: Rovaniemi, hotel di ghiaccio e Igloo di vetro

Come ultimo giorno a Rovaniemi ne abbiamo approfittato per conoscere meglio la città e fare qualche foto e video, considerando che finalmente è anche uscito il sole. Essendo di lunedì, tutti i musei restano chiusi e pertanto siamo stati anche fortunati che il tempo ci ha assistito. Girare la città a piedi è estremamente semplice; vi consiglio di visitare la zona dietro l’Arktikum dove un percorso pedonale/ciclabile vi condurrà sulle rive del fiume. In città invece la parte centrale è proprio quella che inizia dallo Scandic hotel, vicino al McDonalds, per poi proseguire fin giù al fiume Ounasjoki. Arrivati al fiume noterete sicuramente alla vostra sinistra un moderno ponte con il quale vengono delle foto molto carine. Proseguendo a destra si costeggia il fiume su una pista pedonale/ciclabile che in inverno però si trasforma in pista da sci di fondo. Non fate come noi che ce ne siamo resi conto solo dopo aver fatto diverse impronte profonde :( Avanzando di qualche centinaia di metri si incontra un bellissimo parco giochi per i bambini. Questo vi farà comodo per far scatenare un pochino i vostri figli e concedergli i loro spazi.

Diciamo che prendendosela molto comoda una mattinata basta e avanza per visitare la parte centrale della città. Queste vie non sono affatto turistiche pertanto troverete locali e negozi pensati principalmente per i cittadini.

Nel pomeriggio ci siamo spostati a Sinetta, una località che si trova a poco più di 20 chilometri a nord di Rovaniemi. In realtà di questa località non abbiamo visto nulla in quanto la nostra destinazione era leggermente decentrata nelle campagne circostanti, lontani dall’inquinamento luminoso che avrebbe condizionato l’avvistamento dell’aurora boreale.

Siamo quindi giunti all’Arctic SnowHotel & Glass Igloos dove passeremo l’ultima nottata nella speranza di vedere l’aurora boreale. Infatti così è stato; lì vicino c’è un lago ghiacciato, lontano da fonti luminose, dove è possibile appostarsi con fotocamere e cavalletto per immortalare lo spettacolo che il cielo ci offre.

Dormire negli igloos di vetro significa però poter ammirare l’aurora boreale comodamente seduti o sdraiati sul letto. All’interno di queste strutture c’è anche la possibilità di attivare l’allarme sonoro che avverte quando l’intensità dell’aurora boreale permette di essere ammirata.

Adiacente a questi igloos si trova anche l’hotel e ristorante di ghiaccio che naturalmente vi invito a visitare perché è davvero un’opera d’arte. Se poi avete il sogno e la possibilità di dormirci, o semplicemente mangiarci, allora sarà per voi un’esperienza indimenticabile. All’interno c’è anche la cappella in cui si possono celebrare i matrimoni!

Per la cena nessun problema; a pochi metri trovate un ristorante dove si mangia molto bene e non si spende molto.

Giorno 5: Rovaniemi - Italia

Il nostro viaggio giunge così al termine... il tempo di fare colazione al ristorante, rimettere tutto in valigia e già siamo in viaggio verso l’aeroporto. Per raggiungerlo bisogna per forza ripassare da Rovaniemi perciò considerateci una mezz’ora di viaggio.

 

Conclusioni

Giusto per concludere con i consigli diciamo che 3 giorni pieni sono il minimo necessario per fare tutte queste attività. Potreste poi allungare il soggiorno inserendoci ulteriori escursioni o attività diurne e notturne. Ricordatevi che le attività sono molto costose e anche gli hotel non sono da meno. Quello su cui potrete risparmiare sono i pasti, l’acqua ed escursioni più brevi. Questa credo sia una meta che si fa una sola volta nella vita, perciò noi consigliamo di organizzare al meglio il viaggio senza troppe restrizioni.

Vi invito pertanto a leggere tutti gli altri articoli correlati e a guardare i video. Per comodità vi inserisco tutti i link qui di seguito:

 

Link correlati al nostro tour della Lapponia:

 

VIDEO correlati al nostro tour della Lapponia:

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Europa

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: