Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Santuario della Santa Casa di Loreto

Santuario di Loreto (Veduta esterna)Il Santuario di Loreto è indubbiamente la chiesa più conosciuta di tutte le Marche ed uno dei Santuari tra i più visitati di tutta Italia. Loreto è un piccolo centro di circa 11.000 anime ed è facilmente raggiungibile, distando solo 25 chilometri da Macerata e cinque chilometri da Porto Recanati e dall’adiacente uscita autostradale dell’A14. Già da lontano si può scorgere il Santuario che appare imponente sul cocuzzolo. Una volta arrivati a destinazione una bella piazza vi accoglierà, dove al centro fa bella mostra una fontana realizzata nei primi anni del 1600. Lo scopo della fontana era di dare la possibilità ai tanti pellegrini che già all’epoca si recavano in visita con devozione a Loreto di lavarsi dopo giorni di cammino. La facciata della Basilica è molto bella, con tre portali in bronzo e la torre campanaria che svetta da un lato, nella quale sono sistemate ben 9 campane. Di queste 9 campane, 8 sono per così dire normali e sono quelle che suonano sempre, mentre la nona è un campanone di notevoli dimensioni, chiamato la “Loreta” e la particolarità è che suona solo la notte tra il 9 ed il 10 dicembre, quando si ricorda la traslazione della Santa Casa.

Santuario di Loreto (Veduta interna)L’interno della Basilica è bellissimo e sicuramente una visita risulterà interessante anche per chi non si reca a Loreto con spirito religioso. Diverse opere pregevoli sono raccolte in questa chiesa, ma non essendo un intenditore di arte evito di citare dipinti e cappelle affrescate, lascio a voi che mi leggete la curiosità di andare di persona a vedere la Basilica e ciò che essa contiene. Di un monumento, però, ho l’obbligo di parlare, in quanto questo interessa sia chi viene qui con occhi da turista, sia chi si reca a Loreto con spirito di pellegrinaggio: ovviamente parlo della Santa Casa.
La leggenda narra che nel lontano 1294, precisamente la notte tra il 9 ed il 10 dicembre, la Santa Casa della Madonna sarebbe stata miracolosamente trasportata da Nazareth fino a Loreto, ad opera degli angeli che l’avrebbero sollevata in volo fino alla sua nuova destinazione. Leggenda e realtà si fondono, in quanto qualcosa di fondato e reale c’è in questa storia: le pietre sono state attentamente studiate e si è visto che effettivamente provengono dalla Palestina, inoltre si sono trovati dei graffiti simili ad alcuni ritrovati in Terra Santa e risalenti al periodo del II-V secolo. La traslazione ovviamente non è avvenuta in volo! Quando la Terra Santa finì nelle mani dei mussulmani, per evitare che la Santa casa venisse distrutta, una facoltosa famiglia, Angeli (guarda caso!) trasportò le pietre su delle navi, approdando in un primo momento in Croazia e trasferendole poi a Loreto, il 10 dicembre dell’anno 1294. La Santa casa è stata ricostruita ed oggi si possono ammirare le tre pareti che la componevano (la quarta è inesistente, in quanto poggiava direttamente sulla roccia nuda). Una sorta di contenitore è stato costruito attorno alla casa della Madonna, un bel rivestimento in marmo, progettato da Donato Bramante.
Una cosa che mi ha colpito è stato il solco che circonda tutto il perimetro del rivestimento, e chiedendo informazioni mi hanno riferito che era stato causato dai pellegrini che in ginocchio facevano questo percorso per chiedere grazie o semplicemente per pregare.

La Madonna venerata nella Chiesa di Loreto è la Madonna Nera, chiamata anche Vergine Lauretana, particolare per il viso scuro, caratteristica abbastanza comune alle icone più antiche, probabilmente a causa del fumo che si sprigionava dalle candele e dalle lampade ad olio. La statua originale purtroppo è andata persa, incendiata nel 1921, mentre quella attuale è stata riprodotta nel 1922.

A giugno di ogni anno si svolge un pellegrinaggio che culmina proprio a Loreto, alla Santa Casa, con partenza dallo stadio di Macerata. Si percorre la strada per tutta la notte, coprendo una distanza di ben 26 chilometri a piedi, ma la stanchezza non riesce a prendere il sopravvento, visto che il cammino è allietato dai canti, dalla preghiera, e da tanta gente che si incontra e si conosce proprio lungo la strada. Ogni anno migliaia di persone partecipano da tutta Italia, dando testimonianza concreta della propria fede.

Fontana della Madonna di Loreto (Dettaglio)Di fronte il Santuario si apre una grande piazza contornata su un lato da un lungo loggiato mentre al centro fa bella mostra la fontana della Madonna di Loreto. Considerando il posto turistico non possono di certo mancare particolari negozi di souvenir e strutture ricettive di ogni genere.
Qui lo spirito cristiano e la speranza di un miracolo è decisamente molto sentito. Ogni giorno migliaia di fedeli vengono a pregare e chiedere la grazia, o più semplicemente ad ammirare la splendida struttura e gli annessi, come ad esempio il museo, la sagrestia e il pomarancio.
Alla visita del Santuario si può abbinare una rilassante passeggiata tra le mura storiche della città, potendo ammirare pregevoli aspetti architettonici'', negozi tipici e bancarelline.
Dalle mura si potrà godere di uno splendido spettacolo a 360 gradi sulle zone limitrofe fino a giungere lo sguardo al Monte Conero... situato nei pressi di Ancona a strapiombo sul Mar Adriatico.
Al di fuori della credenza cristiana, ritengo che il Santuario della Madonna di Loreto è una struttura davvero bellissima in ogni suo aspetto. Consiglio vivamente una visita al suo interno per poter ammirare ed apprezzare ogni minimo particolare che colpisce lo sguardo.

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: