Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Magicabula, la festa dei bambini

12 settembre 2010

  

Domenica 12 settembre, con tutta la mia bella famigliola ed in compagnia della sorella di Silvia, con le due bimbe di 8 e 5 anni, ci siamo recati a Colmurano, grazioso paese poco distante da Macerata. Alcuni amici ci avevano detto che lì si svolgeva ormai da alcuni anni una manifestazione molto carina per bambini di ogni età. Quest’anno Magicabula si è svolta dal 5 al 12 settembre e con molta curiosità e spirito giocoso abbiamo deciso di portarci le nostre tre bimbe affinché si potessero divertire un po’(e perché no... anche noi!).
Appena arrivati abbiamo capito subito che c’era da fare un po’ di strada a piedi, in quanto il centro storico era ovviamente chiuso, invaso da giochi gonfiabili e stand vari. Ma per fortuna siamo arrivati nel primo pomeriggio per cui non abbiamo avuto problemi di parcheggio, che oltretutto era anche all’ombra. In fin dei conti la strada da percorrere a piedi non era poi tanta e tra una risata e l’altra siamo giunti alle porte del “castello”, realizzato appositamente all’ingresso del paese, con torrette e porta di ingresso. Le canzoncine per bambini creavano un piacevole sottofondo musicale e già quello donava un’atmosfera piacevole e festosa.
Non appena varcato l’ingresso, subito sulla sinistra abbiamo notato lo stand della pizza, che più tardi abbiamo acquistato ad un prezzo più che onesto, considerando inoltre che era davvero buona e calda.
Al suo fianco un grande tendone ospitava lunghi tavoli e panche dove sedersi per farsi fare coroncine di fiori, dipinti sul viso, crearsi disegni da soli e tante altre attività. Avendo una bimba di due anni abbiamo saltato questo settore, visto che c’era da fare ovunque molta fila e la nostra piccola Ambra ancora non apprezza molto questo genere di attività. Mia moglie invece si è intrufolata, avendo visto un attimo di calma dove facevano le coroncine di fiori, ed è riuscita a farsene fare una per Ambra, che, il tempo di una foto, e se l’è tolta immediatamente per la felicità della mamma che smaniava per impossessarsene!

Sulla destra della piazza antistante la chiesa avevano ricreato un piccolo laghetto artificiale; i bambini venivano muniti di canne artigianali con le quali cercavano di pescare i pesci, ovviamente finti. Sempre sulla piazza era stata allestita dalla parrocchia del paese una pesca di beneficenza ed un piccolo “casuppoletto” dove acquistare i biglietti della lotteria con il ricavato pro-Avis.
Proseguiamo tutti felici di aver scelto di passare il pomeriggio a Magicabula e ci imbattiamo in una parete rocciosa costruita per l’occasione per far sperimentare lo sport dell’arrampicata anche ai più piccoli. Un maestro imbragava per bene i bambini che uno alla volta si cimentavano su questa impervia parete dotata di appigli artificiali.
Attraversato il piccolo vicoletto ci troviamo in un’altra piazza piena zeppa di giochi! Tanti tavolini erano stati posti ordinatamente al centro della piazza ed ognuno rappresentava un gioco diverso, per far divertire i bambini insieme ai propri genitori. La maggior parte di loro richiedevano sia abilità nei movimenti che abilità mentali per poter eseguire correttamente il gioco. Un modo molto divertente per stimolare i bambini a compiere determinate azioni.
Dalla piazza cominciano a vedersi anche i primi giochi gonfiabili, l’attrazione che più di tutte ha attirato Ambra e le sue cuginette. Tre in tutto i giochi gonfiabili: uno scivolo, un bruco in cui addentrarsi, saltare e correre liberamente e una rappresentazione di ippodromo in cui sfidarsi a galoppo di cavalli gonfiabili. In tutte queste attrazioni c’è sempre stata una lunga fila per poter usufruire dei giochi a dimostrazione del fatto che sono stati apprezzati anche dagli altri bambini che qui hanno liberamente dato sfogo alla loro vivacità.

Mentre stavamo venendo via, verso le sette di sera, abbiamo sentito una musica e scorto degli strani personaggi; erano dei pupazzi enormi a forma di elefante, giraffa, scimmietta che giravano per le viuzze del paese tra l’ilarità dei più piccoli.
L’ultima attrazione di cui ancora non ho ancora parlato è il trenino che faceva dei giri intorno al centro storico e volendo dava un passaggio a qualche pigrone che non voleva proprio farsi il tragitto dalla macchina al centro. Noi l’abbiamo preso proprio alla fine della nostra splendida giornata, per fare un ultimo regalo ai nostri tre angioletti che si sono divertiti moltissimo.

In definitiva Magicabula è una manifestazione veramente bella, organizzata e oltretutto gratuita! Ne approfitto per fare i complimenti al comune a all’associazione che l’hanno organizzata, in quanto spesso ci si dimentica dei più piccoli e le feste non sono mai a loro misura. C’erano veramente tanti bambini e tutti avevano il sorriso sulle labbra; molto probabilmente questa è la ricompensa più grande per tutte quelle persone che con simpatia e pazienza hanno dedicato una settimana ai bambini di ogni età.
La consiglio fortemente a tutte quelle famiglie che hanno bimbi a partire dai due anni, fino all’adolescenza; sarà per loro un pomeriggio indimenticabile di gioia, svago e spensieratezza. 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: