Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Se siete amanti dell'horror ed in particolare della macabra festa di Halloween e vivete nel centro Italia, non dovete farvi sfuggire assolutamente la festa che si svolge a Corinaldo il 31 ottobre.

Sapendo che Corinaldo è un grazioso centro e non avendo mai avuto l'occasione per visitarlo, mi sono detto, perché non partire prima, nel pomeriggio, invece che di sera per andare solo alla festa, e ne approfittiamo per fare una giro per il centro storico?!?

Appena arrivati, le mura ci si sono presentate imponenti e magnificamente conservate, con i merli e altre fortificazioni. Entriamo da una delle porte della città, addobbate per l'occasione con ragnatele e pipistrelli per creare l'atmosfera giusta per Halloween, ma ovviamente con il sole ancora alto l'effetto non era proprio lugubre. Una bella scalinata ci si pone dinnanzi, veramente affascinante, con un pozzo che sorge proprio al centro di questa. Per l’occasione erano state sistemate lungo tutta la scalinata le classiche zucche scavate con dentro la candela, a mio avviso aumentavano ancora di più il fascino della scalinata. Visto che ci eravamo documentati prima, conoscevamo già la storia riguardo a quello che è conosciuto come Pozzo della polenta. La leggenda narra che un contadino stesse salendo la scalinata con un pesante sacco di farina di granoturco, per riposarsi lo poggiò sul pozzo, ma il sacco si scucì e tutta la farina si rovesciò nel pozzo, andando a creare un quantitativo impressionante di polenta. Per rievocare questa leggenda si svolge anche una famosa festa, la "Contesa del pozzo della polenta", alla quale partecipano numerosi figuranti in vestito d'epoca e tra vari giochi si assegna l'ambito palio.Ma senza divagare troppo torno a parlare della festa di Halloween, per la quale avevo cominciato a scrivere questa opinione. Passeggiare per le vie non è di certo facile, visto l'incredibile afflusso di gente. Molti si sono mascherati da streghe, vampiri, o semplicemente indossano un cappello strano o qualche oggetto che rimandi a questa stravagante festa. Per le strade ci sono anche truccatori, per farsi disegnare qualcosa di simpatico in viso, ovviamente dietro apposito compenso.
La festa di Halloween qui a Corinaldo si prende proprio sul serio, al punto che si tengono anche dei convegni sul tema della paura. Molto carino è il tunnel della paura, un breve percorso da fare a piedi, adatto più che altro ai bambini. Mi è piaciuta molto l’idea di allestire bar, pub e taverne tutti a tema, tra questi il più originale era un bar che simulava un cimitero, con tanto di lapidi funerarie alle pareti. Sono stato a mangiare in uno dei numerosissimi stand ed anche qui sono rimasto colpito dal menù, dove piatti semplici venivano chiamati con nomi macabri che rimandassero in qualche modo alla tetra festa di Halloween. Il dopo cena è stato ricco di eventi da vedere, innanzitutto abbiamo assistito ad un grazioso balletto, poi c’è stato il rogo della strega ed infine gli spettacolari fuochi pirotecnici a tempo di musica.
In conclusione Corinaldo è davvero un bel borgo da visitare e si presta proprio bene per festeggiare Halloween.”

 

Forse non ci crederete ma questo mio scritto risale a ben 8 anni or sono, ovvero alla prima volta che ho preso parte alla manifestazione. Il tempo passò e non trovai mai il momento giusto per rileggerlo e sistemarlo. Da allora sono stato alla Festa di Halloween di Corinaldo altre 3 volte e non posso far altro che confermare le impressioni iniziali.
Ogni anno la festa si anima di nuove iniziative, addobbi particolari e tanta tanta fantasia,
Il pomeriggio è dedicato ai più piccoli che si vedono girare felici e festanti per le storiche vie cittadine; a loro sono dedicati appositi giochi e manifestazioni allegoriche. Man mano che passano le ore e sopraggiunge il buio, la città si inizia ad illuminare di macabre luci, lanterne, candele e quant’altro richiamasse le origini di questa festa. Le vie si fanno sempre più affollate e quei piccoli esserini mascherati devono inevitabilmente concedere spazio ai più grandi, anch’essi mascherati e truccati con sapiente maestria. A volte anche un semplice cappello da strega o mago basta per poter essere coinvolto nella magica e tetra atmosfera della festa. Altoparlanti disposti per le vie annunciano gli avvenimenti e creano surreali atmosfere. La gente è curiosa... chi già conosce si sente a suo agio ed inizia per primo a divertirsi cercando di coinvolgere anche gli altri.
Alcuni sono più titubanti, altri, non sapendo cosa li aspetta scrutano con estrema attenzione cosa avviene intorno a loro. Per le strade ormai è un turbinio di macabre maschere che girano incessantemente tra i locali appositamente attrezzati per l’occasione e le varie attrazioni messe a disposizione.
Durante l’ora di cena la gente si riversa negli stand a mangiare tipici e deliziosi piatti accuratamente preparati; i prezzi sono modici e si può scegliere tra primi, secondi e paninerie varie.

Se fin’ora la città vi sembrava già gremita di persone allora non potete immaginare quello che avviene nel dopo cena. Le piazze e le vie, anche le più piccole e disparate, sono praticamente immerse da migliaia di persone che circolano incessantemente all’interno delle mura per ammirare tutto quello che offre la festa. Le principali vie ed i punti di maggiore aggregazione sono praticamente inaccessibili e per fare 100 metri a volte ci vuole anche un quarto d’ora di tempo. Ma il tempo qui ha poca importanza in quanto ogni singolo metro ha la sua peculiarità, un oggetto da vedere, un addobbo o più semplicemente la maschera che ti passa accanto.

Durante la serata vengono proposti spettacoli di ogni genere, dai più semplici a veri e propri balletti, di solito proposti da una scuola di danza locale. Si elegge infine anche “miss strega” dopo che le pretendenti hanno debitamente sfilato sul palco a tempo di musica.

 

Poco prima delle mezzanotte, in cima alle scale da cui si accede al centro storico, viene data alla fiamme la strega di paglia per far scacciare gli spiriti maligni. Intorno ad essa una calca impressionante per non perdersi questo cruciale evento.
A fiamma spenta si procede con altro tipo di fuochi, ovvero quelli pirotecnici. A solo scopo cautelativo gli stessi non posso essere sparati all’interno delle mura in quanto sarebbe troppo pericoloso per i numerosi manifestanti. Il posto migliore è stato dichiarato l’altissima ed imponente parete muraria adiacente la porta di ingresso al centro storico.
Da alcuni anni i fuochi vengono accompagnati da un sottofondo musicale che ne detta il ritmo. Musiche storiche degne del “il gladiatore” ed altri colossal, accompagnano l’esplosione dei fuochi pirotecnici regalando uno spettacolo unico nel suo genere anche per la bella cornice in cui sono situati.

Lo scoppio dell’ultimo fuoco è per molti il segnale di chiusura della festa, anche se per altri continua fino a tarda notte. Io di solito mi ritengo più che soddisfatto della giornata e visto che mi aspetta un’ora e mezza di macchina, me ne torno felice verso casa ricordando i bei momenti e le emozioni vissute.

Per quanto riguarda i costumi non bisogna per forza essere super attrezzati, a volte basta semplicemente un cappello, delle corna da diavolo, un mantello nero o del trucco in faccia. Ormai i negozi sono attrezzatissimi per accogliere la festa di Halloween e pertanto con pochi euro ci si può sentir partecipi. Io ad esempio, senza tante pretese ho un mantello nero, delle corna da diavolo e mi trucco in faccia con il mitico Brandon Lee ne “Il corvo”. Per il resto ricordate che il colore nero deve essere sempre prevalente. se non l’unico, accompagnato magari da bel rosso sangue.

In definitiva non posso far altro che consigliare a tutti la partecipazione a questa straordinaria festa, ricordando che i più piccoli potranno avere serie difficoltà nel dopocena. Da ricordare inoltre che durante la settimana ricadente all’interno di Halloween, nella città vengono organizzati convegni, studi e quant’altro aleggia intorno al mondo della paura. Sul sito ufficiale è visibile il programma degli eventi, molte notizie e curiosità, nonché le foto delle precedenti edizioni.

Per ulteriori informazioni:
Associazione Turistica Pro Loco di Corinaldo
Tel. 071.679047
WEB: www.missstrega.it

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: