Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Guida turistica di Canazei

In una splendida conca, incastonata come un diamante fra le vette più belle e suggestive delle Dolomiti, Canazei (1.465) è il comune più rinomato di tutta la Val di Fassa.
Deriva il suo nome probabilmente dalla parola "cannacetum", ovvero canneto, a testimonianza di un probabile passato in cui la zona veniva frequentemente allagata dal torrente, divenendo paludosa.


Sport
Il vero re è lo sci da discesa, che la fa da padrone su tutti gli altri sport, grazie ad impianti di nuova tecnologia, una miriade di cannoni che garantiscono un innevamento eccellente da dicembre fino a marzo-aprile ed un super-comprensorio, il Dolomiti Superski, che raggruppa diverse aree sciistiche, permettendo di sciare una giornata intera senza mai dover rifare la stessa pista. Il Dolomiti Superski, infatti, collega la Val di Fassa alle vicine Selva di Val Gardena, Corvara in Badia e Arabba, garantendo il divertimento a 360 gradi.
Anche lo sci di fondo è molto praticato, ci sono circa 80 chilometri di piste da percorrere con tecnica classica o pattinato, mentre si gode di un paesaggio unico.
Per stare al passo coi tempi non potevano di certo mancare piste per praticare lo snowboard, mentre per chi si vuole rilassare, si può scegliere una tranquilla e romantica passeggiata su di una slitta trainata dai cavalli. I più avventurosi potranno provare il brivido di una corsa su di una motoslitta, oppure in estate optare per un volo col deltaplano o col parapendio affiancati da un istruttore.
La bella stagione permette di sbizzarrirsi tra 300 chilometri di sentieri, per permettere proprio a tutti di fare indimenticabili passeggiate tra natura lussureggiante, cime rocciose e laghetti alpini. I più intrepidi si arrampicano su pareti con la sola forza delle mani per praticare il free climbing, mentre i più tranquilli scelgono una partita a tennis o a golf.
Per rilassarsi dopo intense giornate all'insegna dello sport, niente di meglio di una sauna (quasi tutti gli hotels 4 stelle dispongono di un centro benessere!).

Eventi
Sia in estate che in inverno il calendario degli eventi è sempre molto ricco un po' in tutta la Val di Fassa. Interessante è la manifestazione "Te anter i tobie", ovvero "in mezzo ai fienili" che si tiene in luglio e si svolge in questo modo: vengono riaperti tutti i vecchi fienili e gli artigiani si mettono a lavoro, con gli attrezzi di un tempo, per far rivivere squarci del passato, per non perdere le tradizioni. A fine agosto, invece, da non perdere la "Gran Festa d'Ista", che riguarda tutti i comuni della Val di Fassa, che riscoprono le loro origini ladine in questo grande appuntamento in cui tutti si vestono con i costumi tradizionali, compresi scialli, grembiuli, cappelli e quant'altro, rigorosamente diversi da valle in valle.
L'evento clou dell'inverno fassano è il Carnevale ladino durante il quale si possono ammirare le maschere tipiche costruite in legno dagli artigiani locali, le "faceres". Ha una lunga tradizione che si perde nella notte dei tempi quando celebrare questa festa rappresentava il saluto all'arrivo della bella stagione e l'arrivederci al lungo inverno che bloccava la maggior parte delle attività produttive dei valligiani.
Per gli appassionati di sport due sono gli eventi di maggior interesse: la Rampilonga e la Marcialonga. La prima manifestazione si tiene in estate e riguarda tutti gli spericolati che hanno l'allenamento per partecipare a questa massacrante corsa in sella alla loro mountain bike. La partenza è da Moena, pochi chilometri da Canazei; il sentiero si snoda su per i monti per 40 chilometri, compiendo salite impegnative e discese ardite, per un dislivello totale di 1.800 metri!
La Marcialonga ormai è un appuntamento storico che si ripete da 30 anni. Una gara di fondo che attraversa tutta la Val di Fassa, seguendo un percorso di 70 chilometri, partendo dal centro abitato di Moena.

Gastronomia
La cucina ha subito influenze dal vicino Tirolo ma anche dalla regione confinante, il Veneto, per cui ritroviamo la polenta e la cacciagione che vengono sapientemente cucinati, accanto ai tipici canederli della tradizione tirolese. Gli affettati sono immancabili per aprire ogni pasto importante, mentre la chiusura di un lauto pranzo avviene spesso con assaggi degli eccellenti formaggi locali, primo fra tutti il "Puzzone di Moena", dal gusto inconfondibile. Tipici della Val di Fassa sono la zuppa d'orzo e due dolci, le "fortaes" e i "ciaronciè".

Nelle vicinanze
Gries è una piccola frazione di Canazei, dove sorge un vecchio nucleo di case molto particolare, in quanto per la maggior parte è tutto costruito in legno e risale al 1600. Due piccole chiese da visitare, quella della Madonna della Neve, di fine '500 e col caratteristico campanile a cipolla e la graziosa chiesetta di S. Floriano, restaurata di recente, dove interessanti sono delle belle porte in bronzo.
Per gli amanti dell'hockey un luogo "di culto" sarà il palazzetto, ad Alba di Canazei, dove si allena la squadra locale che milita in serie A. Questa bella struttura, oltre a far allenare i campioni, ospita periodicamente gare di pattinaggio artistico, da la possibilità a tutti di pattinare sul ghiaccio anche se la vera chicca è la pedana amovibile su cui poggia la lastra di ghiaccio, che, con estrema semplicità può essere tolta trasformando questo stadio in un normale palazzetto per ospitare concerti ed altri eventi.
L'altra piccola frazione di Canazei è Penia, posta a 1.500 metri di altitudine, da qui, proseguendo, si possono raggiungere due piccoli insediamenti, Lorenz e Vera che si trovano quasi a 1.700 di altitudine e rappresentano i nuclei abitati che si trovano maggiormente in quota rispetto a tutta la Val di Fassa. Lo spettacolo da qui è unico con una visuale mozzafiato sul massiccio del Vernel che rimarrà negli occhi e nel cuore del visitatore.

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: