Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Da fuori è decisamente più caratteristica

atomo-bruxelles-300x225.jpgCorreva l’anno 1993 quando tramite l’Università siamo riusciti ad organizzare una gita a Bruxelles per visitare il Salone delle Esposizioni in cui era in atto una fiera dell’elettronica e dell’informatica. La scusa era buona per poterci dare dei sostentamenti e fare una bella gita di 5 giorni con pochi spiccioli.
Arrivati sul posto è stato un bello stupore vedere davanti a noi lo stadio dell’Heysel e l’Atomium, ovvero i due grandi simboli della città, anche se lo stadio lo ricordiamo certamente con un gran magone in gola.
Vista la vicinanza ne approfittiamo per fare una visita all’Atomium.
L’intera struttura è realizzata in acciaio ed è stata inaugurata nel 1958 in occasione dell’Expo ’58. Le 9 palle hanno un diametro di 18 metri e la centrale raggiunge un’altezza di 103 metri. La forma riproduce naturalmente quella della struttura dell’atomo, perfettamente ingrandita di ben 165.000.000.000 volte.
L’ingresso, naturalmente a pagamento, permette di poter visitare l’interno della struttura tranne le tre palle superiori in quanto sprovviste di supporti verticali per la sicurezza. La palla centrale più in alto la si raggiunge con un ascensore mentre quelle laterali con un gioco di scale mobili.

All’interno delle varie sfere vengono allestite delle mostre temporanee e onestamente ad oggi non ricordo quale ci fosse durante la mia visita; in più c’è una mostra permanente riguardante l’inaugurazione del ’58... ma niente di molto interessante.
Nella palla centrale più in alto si trova invece un ristorante, ed è bellissimo affacciarsi fuori per ammirare il suggestivo panorama.
All’interno ricordo un odore molto acre per la scarsità di ricircolo d’aria e probabilmente per i materiali utilizzati. Tutti gli ambienti erano un po’ cupi e devo dire che non ho un bel ricordo della visita interna. Molto probabilmente visto dall’esterno è sicuramente più suggestivo. Il prezzo del biglietto non è affatto rapportato al servizio e alle attrazioni presenti, pertanto se vi capita di passare da quelle parti vi consiglio di limitarvi a fare 4 foto dall’esterno.

Tra le altre curiosità è stato caratteristico vedere come puliscono le superfici esterne delle palle: un omino attrezzato con spazzolone e tubo di acqua stava in piedi sopra ad una palla per rimuovere la sporcizia depositata. A tal proposito vi consiglio di fare attenzione quando vi avvicinate in quanto potrebbero arrivarvi schizzi d’acqua.
Negli ultimi anni la struttura è stata sottoposta a manutenzione e pertanto potrebbero esserci stati cambiamenti rispetto a quando l’ho vista io.
Per chi volesse approfondire l’argomento o fosse interessato ad una visita, sul sito ufficiale (http://www.atomium.be) sono disponibili, in lingua inglese, francese, tedesca e olandese, tutte le informazioni sull’Atomium.

Tag(s) : #Viaggiare in Europa

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: