Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Loro hanno messo il Divino... e noi l'Amore :-)

Divino-Amore.jpgLuglio 2012, devo recarmi a Roma solo per mezza giornata e vorrei approfittare per farmi una girata in qualche posto carino e festeggiare con mia moglie i 10 anni dal fidanzamento. Visto che la città ormai la conosco abbastanza bene puntavo ad una destinazione ormai programmata da tempo che non si trova molto distante e che in parte rispecchia il mio tragitto di ritorno. Sto parlando di Civita di Bagnoregio, un borgo costruito su un calanco e divenuto ormai turistico per una serie di fattori... primo fra tutti il fatto che il terreno sotto il paese si sta sgretolando anno dopo anno.
Inizio pertanto la ricerca di un alloggio nei dintorni di Bagnoregio che mi proponesse anche la cena e la colazione. Dopo aver visto su internet e telefonato a diverse strutture per conoscere i prezzi e la disponibilità, ho scelto questo agriturismo, anche se costava qualcosina di più, ma dalle foto mi dava l’impressione di essere il posto ideale per festeggiare con mia moglie.

LA STRUTTURA
L’Agriturismo Divino Amore si trova nella prima periferia di Bagnoregio, un piccolo comune di poche migliaia di abitanti in provincia di Viterbo e poco distante dal Lago di Bolsena. Da non confondere con l’Hotel Divino Amore gestito dagli stessi proprietari e situato in centro città.
L’agriturismo è situato in loc. Divino Amore difficilmente ritrovabile con navigatori e mappe. Sembra che la zona non sia ben mappata, pertanto, semmai decideste di andarci, fatevi dare un punto di riferimento da Bagnoregio e poi si trova facilmente con la segnaletica situata sulla strada. In questo modo noi l’abbiamo raggiunto facilmente e ci siamo già stupiti non appena varcato il cancello della recinzione che delimita tutta l’area.
Quello che subito colpisce è l’abbondanza di fiori, di verde e della perfezione con cui è disposta ogni singola aiuola.
Un ampio parcheggio, predisposto in previsione di notevole afflusso in caso di cerimonie, ci invita a fermarsi. Scendendo non si può fare a meno ci continuare ad ammirare le aiuole, le piante ed il magnifico prato verde e lussureggiante.
La struttura è composta da un grande casolare in pietra, sfalsato da diverse tettoie e porticati.
Al piano terra si trovano la cucina, la sala per le cerimonie, la sala colazione e la sala da pranzo per gli ospiti e/o per chi prenota in anticipo. Esternamente, sotto il porticato, sono presenti poltroncine e tavolini per concedersi un po’ di relax. Lateralmente invece, sempre attaccata alla struttura, c’è un’area pic-nic attrezzata con tavolo e panche ed un caminetto per cucinare alla brace.
Al piano superiore sono invece accessibili con scala interna le 3 camere messe a disposizione dalla struttura. Onestamente dovrebbe esservi una camera predisposta per le persone diversamente abili, e visto che queste sono accessibili solo con scala, presumo che ce ne sia un’altra al piano terra.

 LA CAMERA
La camera a noi assegnata era la numero 3, ovvero una delle due che è situata fronte parco. Appena si entra si nota subito che la stessa è stata arredata in stile rustico che richiama un po’ la struttura in pietra ed il soffitto a spiovente con travi in legno. Sulla sinistra un armadio a muro contenente alcune stampelle e coperte pesanti. Una piccola scrivania con due sedie si trova invece in fondo al letto matrimoniale. I comodini sono composti da una sola tavola in legno a mezza luna fissata al muro tipo mensola. Attaccato al letto, e se dico attaccato vuol dire che lo è, vi è una poltrona letto richiusa e coperta, che molto probabilmente serve da terzo letto, ma visto la sua mole è sempre collocata all’interno della stanza. Una finestra non molto grande dà visibilità sul giardino e sulla piscina. La finestra è apribile e al suo esterno è collocata una zanzariera non in perfette condizioni. All’interno invece è agganciato lo scuro che si consiglia di chiudere per non essere svegliati alle 5 del mattino dalla luce esterna.
Infine troviamo il bagno interno, di dimensioni ridotte e minimale in ogni sua caratteristica. La doccia, con cipolla staccabile, è abbastanza comoda con un bel poggia oggetti, il lavandino delle giuste dimensioni mentre è assente il bidet. Una piccola finestra, con le stesse caratteristiche di quella in camera, è situata dietro la porta e più che per la luce è utile a far cambiare l’aria.
Nel bagno abbiamo trovare il kit di cortesia, i bicchieri di carta incartati uno ad uno ed il phon. Lo spazio ridottissimo non permette l’accesso a due persone contemporaneamente... a meno che uno non stia dentro la doccia :-)
Il letto era equipaggiato con lenzuola profumate, ma non limpidissime nel bianco, e da un copriletto in buone condizioni. I cuscini erano un po’ troppo morbidi e bassi per le nostre abitudini, ma questo naturalmente è troppo soggettivo come giudizio. Sopra il letto abbiamo trovato al nostro arrivo un paio di asciugamani a testa necessari per la doccia ed il viso; gli stessi erano profumati e ben puliti.
In generale la stanza ed il bagno erano in buone condizioni, puliti ma senza esagerare, e tutto in ordine. Gli spazi vitali sono decisamente ridotti e non vi è molto posto neanche per posare una valigia. Nel nostro caso, soggiornando solo una notte, non abbiamo avuto di certo problemi ad arrivare con un piccolo borsone, ma forse le cose si potrebbero complicare per una settimana di vacanza, specialmente se si deve occupare anche il terzo letto. In ogni caso basterebbe solo un po’ di spirito di adattamento che di certo a noi non mancherebbe.

RISTORANTE
Per quanto riguarda la parte culinaria abbiamo usufruito solamente di una cena ed una colazione. L’agriturismo di per sé non ha il ristorante sempre aperto e perciò bisogna in ogni caso confermare i pasti anche se si è ospiti della struttura. A cena, oltre a noi, c’era una tavolata di 10 persone provenienti dal paese. Il menù che ci hanno proposto è stato molto simile a quello ordinato dalla tavolata accanto, ma a noi è andato più che bene. Abbiamo potuto scegliere tra diversi primi, alcuni secondi e contorni.

Questo il nostro menù:
1 antipasto misto all’italiana
1 tortelloni al tartufo
1 pasta rossa tipo matriciana (non ricordo il nome del tipo di pasta. Da noi si chiamano in diversi modi: si tratta di una fresca fatta senza uovo, ovvero solo acqua e farina)
2 bottiglie di acqua da 0,70 litri
Siamo rimasti invece delusi dai dolci che pensavamo potessero abbondare. In ogni caso era assente alcun tipo di gelato e c’erano solo 2 dolci, per fortuna però fatti in casa. Mia moglie ha resistito alla tentazione mentre io ho preso una panna cotta ai frutti di bosco e devo dire che l’ho gradita molto anche se non sono un grande amante di questo dessert.
Anche la colazione non è stata eccessivamente abbondante nelle portate. Prima di tutto ci hanno fatto scegliere tra latte, caffè, cappuccino o thè, poi il resto potevamo prenderlo a piacere nel piccolo tavolo buffet. C’era un ciambellone e una torta simile fatti in casa, i cantucci, secondo me fuori luogo e non idonei alla colazione, e le classiche fette biscottate con marmellate in vaschetta. Onestamente mi aspettavo un pochino più scelta, ma in ogni caso abbiamo mangiato abbondantemente, anche perché siamo abituati a fare grandi e sostanziose colazioni. Infine abbiamo anche richiesto il bis del cappuccino perché appunto di solito noi prendiamo una tazza da 250 ml di latte e caffè a testa. Naturalmente abbiamo anche sottolineato che avremmo pagato a parte i due cappuccini in più, ma la cameriera ha dimostrato professionalità rispondendo "ci mancherebbe! " con un bel sorriso sincero.

 IL PARCO
Esternamente il parco è tenuto in ottime condizioni e poi abbiamo anche capito il perché, ovvero gli stessi gestori hanno un vivaio in città perciò, oltre ad averle a basso costo, sono anche esperti di piante e fiori. Il vastissimo prato verde invita a farci una passeggiata: raggiungiamo prima uno stagno sormontato da un bel ponte in legno al fresco degli alberi, poi la piscina al centro del prato ed infine un piccolo parco giochi. La piscina non è grandissima in quanto ad uso esclusivo degli ospiti, i quali potranno in qualsiasi momento della giornata farsi un bel bagno. Di fianco sono disposte diverse sdraio e due gazebo dove potersi rilassare e prendere il sole. Il parco giochi invece è composto solamente da due "cavallucci" a molla e da uno scivolo. Sinceramente avrei aggiunto qualche altro gioco e li avrei disposti nelle vicinanze della piscina. In questo modo, avendo giochi e piscina distanti si potrebbe rischiare di perdere il controllo visivo dei bambini.
In ogni caso l’atmosfera intorno alla struttura è davvero stupenda, invita a tranquille passeggiate e rilassanti momenti.

PREGI E DIFETTI
Sin dalla prima telefonata di richiesta informazioni mi ha colpito immediatamente la cortesia e la disponibilità ad ascoltare le mie esigenze ed accogliere le mie richieste. Tutto questo in poche parole si tramuta in professionalità ed esperienza che in questa zona d’Italia ho riscontrato diverse volte.
Anche al nostro arrivo sono stati molto gentili e premurosi così come la dimostrazione di professionalità e distacco al punto giusto.
La struttura ben si presta a rilassanti giornate di "dolce far niente" godendosi la tranquillità del luogo e della piscina. In ogni caso si potrebbe rischiare di avere delle cerimonie con 100 invitati e perciò in quel caso sicuramente si perderebbe la quiete e l’atmosfera tranquilla.
In definitiva non ci sono grandi difetti e perciò posso solo sottolineare le dimensioni della stanza un po’ ridotte, il rapporto qualità/prezzo dei pasti un po’ alto e la colazione poco variegata.

CONCLUSIONI
In conclusione mi sento di consigliare la struttura a chi solamente è in cerca di un posto tranquillo a contatto con la natura e che voglia passare le giornate in completo relax, o al massimo farsi un bagno rinfrescante in piscina. Sconsigliato a chi sta di passaggio e vuol solo un tetto sopra la testa.
Il prezzo pagato per una notte con colazione inclusa è stato di 70 euro in alta stagione (19 luglio), decisamente più alto di altri hotel o B&B del paese che me l’avrebbero offerto anche a 55 euro.
Anche un pasto completo, come riferito dalla proprietaria, va dai 20 ai 22 euro e perciò un po’ più altino rispetto a quanto sono abituato a pagare dalle mie parti. Nel nostro caso ci hanno richiesto 15 euro a testa per la cena; secondo me un po’ troppo per quello che abbiamo mangiato, ma probabilmente hanno fatto conto paro per farci pagare 100 euro tondi tondi.
Ripeto... per una notte si può anche fare, ma moltiplicare il tutto per una settimana di soggiorno inizia a diventare una bella spesa.
In ogni caso nulla da recriminare alla struttura e alla gestione, perciò se il vostro budget ed il vostro standard lo permette, andate tranquilli senza sorprese.

AGRITURISMO DIVINO AMORE
Bagnoregio (VT)
Tel. e fax: 0761.793340
Cell. 328.0717244 - 337.764190 - 329.3448950
Email: info@agriturismodivinoamore.com
WEB: www.agriturismodivinoamore.com

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Hotel e Locali

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: