Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Passeggiata tra le vie del centro di Aosta

Durante il nostro soggiorno estivo ad Aosta abbiamo avuto modo di visitare con calma e interesse tutto il centro della città. Aosta è il capoluogo della Provincia Autonoma della Valle d’Aosta e per noi è stato un valido punto di partenza per poter visitare tranquillamente le maggiori vallate della regione.

Cosa vedere a Aosta

Aosta è situata in un fondovalle a forma di conca, completamente circondato dalle montagne. Qui gli inverni sono lunghi e freddi mentre le estati sono più brevi ma decisamente calde. Ve lo possiamo assicurare noi che ci siamo stati a fine giugno e abbiamo trovato temperature altissime. Di notte per fortuna era un po’ più freschetto e riuscivamo a far freddare la nostra stanza che non era provvista di aria condizionata.

La città fu fondata dai Romani nel 25 a.C. e lo testimoniano i monumenti presenti nel centro, ancora in ottimo stato conservativo. Il nostro hotel ci ha fornito una semplice cartina turistica del centro storico dove sono ben evidenziati i principali punti di interesse. Tra questi, quelli lasciati dai romani sono l’Arco di Augusto, il Teatro, la Porta Pretoria, il Criptoportico e la Cinta muraria.

Noi ci siamo fatti una piacevole e tranquilla passeggiata confondendoci tra la vita quotidiana dei cittadini. Abbiamo visitato tutto quello che era possibile vedere, lasciando spazio anche per nostra figlia che ha trovato a giocare nei giardini pubblici. A tal proposito volevo segnalare la pulizia e la cura negli spazi verdi dedicati ai bambini.

Oltre ai resti romanici consigliamo di visitare la Collegiata di Sant’Orso, testimonianza indiscussa del medioevo, dove spicca lo straordinario chiostro del XII secolo.

Altro posto da non perdere è l’antica Cattedrale, risalente probabilmente al III secolo, in cui vengono evidenziate le diverse epoche storiche che ne hanno mutato l’aspetto, lasciando comunque i resti delle epoche precedenti. Di fianco si trovano un chiostro quattrocentesco e un criptoportico forense che non abbiamo potuto visitare :(

Siamo poi stati a visitare il Museo Archeologico Regionale che ripercorre un periodo che va dal 7000 a.C. al VII secolo d.C.

Infine, sempre passeggiando per il centro, si incontrano il Castello di Bramafam e la Torre dei Balivi che imponente svetta nell’angolo nord orientale della cinta muraria.

Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta
Cosa vedere a Aosta

La visita del centro storico della città si effettua tranquillamente in 2/3 ore, se si approfondiscono i vari punti di interesse. Nella via principale si trovano alcuni negozi più caratteristici anche se non troppo turistici. Più avanti c’è la piazza Emile Chanoux che fa da cornice al Municipio e dove la cittadinanza trascorre regolarmente la vita quotidiana.

Onestamente non sono a conoscenza di quale sia il periodo di alta stagione, ma se facciamo riferimento anche alle strutture montane, direi che a fine giugno siamo ancora in bassa stagione. I prezzi degli alberghi sono decisamente alti, come del resto il costo della vita in tutta la regione. Noi abbiamo trovato un 2 stelle abbastanza economico non distante dal centro, benché a nostro avviso era comunque costoso.

L’area commerciale di maggiore interesse si trova alle porte della città provenendo da Torino. Noi abbiamo sfruttato molto il supermercato dove potevamo fare la spesa a prezzi buoni. Una sera siamo stati a mangiare da Old Wild West che naturalmente ha gli stessi identici prezzi di tutta la catena.

A livello turistico possiamo affermare che merita una visita giusto il centro storico, pertanto, vi consigliamo di dedicarci qualche ora giusto se siete di passaggio.

Come dicevo prima per noi Aosta è stato solo un punto di partenza per poter visitare le maggiori attrazioni della regione. A tal proposito vi consiglio di visitare Breuil-Cervinia, il Monte Bianco, Cogne, le Cascate di Lillaz e l’Orrido di Pré-Saint-Didier.

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: