Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Dopo aver visitato molti parchi divertimento e a tema non poteva mancare una gita allo Zoosafari di Ravenna insieme ai compagni di scuola di mia figlia. Il Parco si trova adiacente a Mirabilandia, famoso parco giochi conosciuto ormai in tutta Italia ed oltre, e pertanto ben segnalato e facilmente raggiungibile sia dall’A14 che dalla riviera romagnola.

Zoosafari Ravenna

Zoosafari Ravenna

Il parco è suddiviso in due aree, una più grande in cui si trovano gli animali in libertà e uno più piccolo in cui ci sono vari padiglioni e animali in gabbie chiuse.

La parte più ampia è accessibile esclusivamente con il proprio mezzo, con il trenino del parco oppure affittando le auto elettriche. Noi, essendo un bel gruppo arrivato in pullman, abbiamo preso un intero trenino tutto per noi. Per evitare il contatto diretto con gli animali il trenino è protetto da una robusta rete metallica dalla trama di circa 5 cm.

Il percorso si snoda sinuoso all’interno di un’area abbastanza arida dove tutt’intorno ci sono gli animali in piena libertà. In un paio di occasioni abbiamo dovuto oltrepassare dei grossi cancelli che dividevano le aree degli erbivori dai carnivori. La scena è molto suggestiva, sembra di stare nel film “Jurassic Park” quando si addentrano nell’area dei dinosauri :-)

Per comprendere meglio il percorso e conoscere le specie di animali presenti nel parco vi consiglio di visitare il sito ufficiale.

All’interno del trenino abbiamo trovato dei secchietti pieni di carote che si possono offrire agli animali durante la visita, facendole passare attraverso delle aperture leggermente più grandi (10x10 cm) poste vicino ad ogni sedile. I nostri figli si sono divertiti moltissimi a dare le carote agli erbivori e nessuno si è spaventato a vedere gli animali così da vicino.

Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna
Zoosafari Ravenna

Zoosafari Ravenna

Terminato il percorso safari ci siamo diretti nell’area “pedonale” dove si trovano altri animali di piccola taglia, il rettilario, il polo didattico, l’auditorium e la temuta gabbia degli scimpanzé :-D Ma perché temuta? Eheheh se vi siete già informati avrete scoperto che gli scimpanzé sono molto dispettosi e qui più che mai sembrano avercela con i visitatori. Per accedere all’interno del recinto bisogna prendere un piccolo trenino a rotaie biposto dove ai lati, nella parte alta c’è del plexiglass e in quella bassa una rete metallica. Inoltre ci sono delle piccole aperture dove poter mettere il cibo per far avvicinare le scimmie. Vi assicuro che anche senza cibo si avvicinano ugualmente !!! Ormai sono così abituate che in ogni qualvolta il trenino entra nella gabbia loro si avventano alle pareti per ricevere i pop corn offerti dai visitatori. Per fare questo si aggrappano come possono al trenino, urlando e sbattendo in ogni dove. In definitiva è un’esperienza molto eccitante e simpatica se non fosse che spesso e volentieri gli scimpanzé tendono a fare la pipì verso il trenino, e considerando che la parte bassa dello sportello è aperta si rischia di essere bagnati .-(

Continuando la passeggiata c’è anche la possibilità di entrare nel recinto dei lemuri. Dopo l’esperienza con gli scimpanzé moltissimi dei nostri amici non hanno avuto il coraggio di imbattersi con altre scimmie, pertanto il coraggioso di turno sono stato io accompagnando mia figlia e altri compagni alla scoperta di questi magnifici animali.

Anche il rettilario è stato molto interessante specialmente per chi come me ama questo genere.

Durante la giornata sono previsti alcuni spettacoli per bambini; noi abbiamo assistito ad un simpatico siparietto della durata di circa 30 minuti e devo dire che, oltre ad essere a tema con il parco, è stato davvero divertente.

Oltre a questo il parco è attrezzato con una grande area giochi e ristorazione. I giochi naturalmente sono tutti a pagamento e non è facile farci passare alla larga i bambini. L’accesso a queste aree è libero, ovvero non è obbligatorio fare il biglietto di ingresso per il parco, pertanto ci si può andare gratuitamente ogni qualvolta lo si desideri, considerando che anche i parcheggi sono gratuiti.

In definitiva è stata una bella esperienza, diversa dal solito, specialmente per i bambini che non avevano mai visitato un parco zoo.

 

Vorrei concludere questo racconto copiandovi una citazione presa dal loro sito ufficiale, giusto per mediare sul fatto che gli animali dovrebbero vivere liberi e felici nel loro habitat:

 

“Il Parco faunistico e zoologico Safari Ravenna è un’area naturale a impatto zero che è stata studiata per potenziare il ruolo nella conservazione della biodiversità, allo scopo di proteggere la fauna selvatica, tutelare il benessere di differenti specie animali e salvaguardare quelle a rischio di estinzione.

Questi animali sono tutti nati in ambito zoologico, e il Safari Ravenna ha deciso di prendersi cura di loro con l’intento di salvaguardare la diversità biologica.

All’interno del Parco Safari Ravenna, è presente un elevato livello qualitativo nella custodia e nella cura degli animali, attraverso l’attuazione di articolati e specifici trattamenti veterinari preventivi e curativi.

 

Safari Ravenna
Via Dei Tre Lati, 2x
Località Mirabilandia - Savio di Ravenna

48125 - Ravenna
Tel.: 0544.690020 - 370.3161335
Fax: 0544.690030
Email:
info@safariravenna.it
WEB: www.safariravenna.it

OLTRE 50 ANNI DI COSMÉTIQUE VÉGÉTALE®

 

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: