Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Ogni cosa nel proprio cassonetto

 

Quest'oggi vorrei mettermi in cattedra e fare un po' di educazione ambientale. Mi è sempre piaciuto fare il maestrino e visto che non mi avrebbe mai assunto nessuno ne approfitto per scrivere qualche utile notizia. Tanto non siete obbligati a leggere :)

Quello di cui voglio parlare è una cosa molto seria e allo stesso tempo facile da capire e semplice da effettuare. IL RIICLAGGIO DEI RIFIUTI.

Ormai sono anni che ci tormentano con queste parole e tante promesse, ma finalmente posso dire che i Comuni si sono attrezzati al fine di poter agevolare la raccolta differenziata. Quante volte avrete visto grandi campane colorate blu, bianche, gialle, marroni e verdi. Di solito questi sono i colori che identificano i diversi prodotti da riciclare.
I comuni della mia zona sono gestiti da un consorzio per lo smaltimento dei rifiuti e negli ultimi anni hanno rafforzato, con una grande campagna, la sensibilità della gente. Basta muoversi di poche centinaia di metri dalla propria abitazione e di certo puoi trovare il bidone giusto per il tuo materiale. Inoltre, in collaborazione con i comuni stessi, hanno anche distribuito alcuni utili volantini riportanti i materiale da riciclare. Infatti non tutti sanno riconoscere i simboli impressi sui materiali e pertanto difficile da capire se in quale bidone inserirli.

Spero che quest'opinione possa risultarvi utile per suddividere al meglio i vostri rifiuti e far così il vostro bravo dovere di cittadino, anche se in questo caso dovremmo ribellarci nei confronti delle amministrazioni comunali e farci abbassare l'importo della tassa sui rifiuti.
Veniamo al dunque ed iniziamo la lezione da uno dei materiali più semplici da capire senza bisogno di alcuna etichetta:

VETRO
Il vetro è uno dei pochi materiali riciclabili al 100% e all'infinito. Qualsiasi oggetto fatto in vetro può essere inserito nella campana purché non contengano il simbolo di tossico o infiammabile. Raramente troviamo oggetti in vetro con questi simboli, ma in tal caso vanno considerati pericolosi e devono essere smaltiti con procedimenti diversi. In questo caso difficilmente in Italia troviamo un posto adatto per gettare questo genere di rifiuti e pertanto quasi tutti li gettiamo nel secchio dell'immondizia dei materiali non riciclabili :(
Da ricordare che nella campana del vetro non devono essere inseriti tappi e coperchi di alcun genere se non di vetro !!!

Passiamo ora ad un altro elemento immancabile nella nostra vita quotidiana. A volte neanche ci rendiamo conto di quello che abbiamo in mano, per noi magari è solo un vecchio pezzo di carta scarabocchiato, ed invece dobbiamo pensare che quello è un pezzo di albero caduto !!!

CARTA e CARTONE
Molto spesso mi capita di vedere gente che getta qualsiasi tipo di carta negli appositi bidoni credendo di fare del bene, ma non sanno che non tutta la carta può essere riciclata :(
Leggete qui e vedete se anche voi sbagliate qualcosa.

Riciclabile:
Carta di giornale, cartoncino, fogli di carta, giornali, riviste, scatole di cartone, tabulati, vaschette di cartoncino (pulite).

Non riciclabile:
Carta oleata, carta plastificata, carta carbone, carta vetrata, Tetrapak.

Il tetrapak è il materiale che induce in errore la maggior parte dei buoni propositi. Esso in teoria per essere riciclato dovrebbe essere sezionato dai vari strati.

Ora vi racconto una bella curiosità. Per produrre una tonnellata di carta riciclata occorrono:
- nessun albero
- 1.800 litri di acqua
- 2.700 KW/h di energia elettrica
mentre in condizioni normali:
- 15 alberi
- 440.000 litri di acqua
- 7.600 KW/h di energia elettrica
Riflettete !!! Riflettete !!! Riflettete !!! Riflettete !!!

PLASTICA
La plastica, è ormai ben noto, deriva sempre dal petrolio e cambia la sua consistenza a seconda del tipo di elementi chimici con cui viene lavorata. Essa è un inquinante per eccellenza, sia perché composta da petrolio sia per gli elementi chimici utilizzati. Bruciando la plastica si inquinerebbe in modo drastico sia l'aria che la terra e di conseguenza l'acqua.
Vediamo un po' nel dettaglio cosa si può riciclare.
Riciclabile:
Barattoli, blister, bottiglie, buste, cassette, cellophane, coperchi, flaconi, imballaggi vari. pellicole per alimenti, sacchetti, scatole, vaschette per cibi, vasetti dello yogurt, vasi.

Non riciclabile:
Bicchieri, piatti, posate, giocattoli, oggetti vari in plastica.

Ci siete rimasti male ?!?!?! Forse alcuni di voi ancora non sapevano che i piatti e i bicchieri di plastica non sono riciclabili a meno che non ci sia scritto sopra "biodegradabile", ma a quel punto vuol dire che il prodotto non è in plastica bensì in Mater-Bi. Per conoscere questo straordinario materiale vi rimando all'opinione di scimmietta1979 che ne descrive le caratteristiche (http://www.ciao.it/Inquinamento_in_generale__Opinione_539820).

ASSOLUTAMENTE non abbandonate materiali plastici in giro in quanto sono praticamente inattaccabili dagli agenti atmosferici e pertanto indistruttibili :(

UMIDO
Per umido si intendono tutte le sostanze organiche derivanti essenzialmente da "scarti" di cucina. Nell'umido si possono anche inserire piccole quantità di elementi cartacei in quanto anch'essi sono sempre e comunque organici, purché assenti di coloranti.
Vediamo bene nel dettaglio alcuni elementi della nostra vita quotidiana:
Alimenti deteriorati, briciole, bucce di frutta e verdura, caffè o fondi di caffè, dolci, fiori appassiti, foglie, gusci di uova, molluschi o frutta secca, lische di pesce, noccioli di frutta, ossi con pelli e piume di animali, pasta e pane avanzati, riso avanzato, semi, thè e bustine di thè, torsoli di frutta, verdura scartata, piccole piante e fiori recisi, carta assorbente (da cucina), cenere (se spenta bene ed in piccole quantità), fogli di giornale, tappi di sughero, tovaglioli di carta usati, vaschette di cartoncino (per dolci).

INGOMBRANTI - BENI DUREVOLI
Quante volte vi sarà capitato di dover buttare elettrodomestici, attrezzi e altri materiali durevoli e ingombranti e non sapere dove metterli. Nei piccoli comuni come dalle mie parti è facile sapere e trovare una discarica comunale autorizzata al fine di non ritrovarsi il territorio pieno lavatrici e frigoriferi su ogni scarpata. Ogni comune ha attrezzato un'area con un container in cui è possibile gettare tutti questi oggetti catalogati come "ingombranti e/o durevoli":
Bancali in legno, condizionatori d'aria, damigiane e lastre di vetro, frigoriferi e congelatori, lavastoviglie e lavatrici, piccoli e grandi elettrodomestici, materassi e reti, mobili, rifiuti inerti da piccole demolizioni (lavandini, piastrelle, ecc...), rottami metallici in genere, televisori, tubi catodici, pneumatici, polistirolo, damigiane e grosse taniche, lastre di vetro e specchi.

Se non conoscete il posto vi consiglio di telefonare alla vostra amministrazione e farvi indicare il posto e gli orari in cui è possibile gettare questi rifiuti.

RIFIUTI URBANI PERICOLOSI
Infine c'è una categoria di rifiuti, definiti pericolosi (R.U.P.), in quanto contengono sostanze altamente inquinanti e appunto pericolose. Tanto per farci un'idea parliamo di batterie delle automobili, batterie dei cellulari, pile esaurite, bombolette spray (quelle non ecologiche), farmaci scaduti (anche i loro contenitori), latte delle vernici e dei solventi.
- In linea di massima le farmacie dispongono di appositi contenitori in cui vi prego di inserire i vostri farmaci scaduti.
- I venditori di pile e batterie di solito hanno anch'essi un contenitore per le pile esaurite.
- Elettrauto e meccanici smaltiscono le batterie dell'auto tramite appositi consorzi.

Per gli altri elementi i comuni dovrebbero attrezzarsi per garantire una giusta collocazione, ma ho visto che dalle mie parti non c'è nulla di simile e pertanto la gente è costretta a mettere questi oggetti nei rifiuti non riciclabili o al massimo in quelli ingombranti :(

Per quanto riguarda gli oli domestici e delle macchine, nei comuni più grandi delle mie zone sono stati installati degli appositi contenitori vicino ai normali cassonetti. Contestualmente è stata distribuita alle famiglie una tanica raccogli olio che consente una notevole semplicità nel riempirla e molta praticità nel riversarla nell'apposito contenitore.

Dopo tutte queste informazioni ci sarebbe da trarne alcune conclusioni e deduzioni. Sicuramente la raccolta differenziata è utilissima in questo mondo che sta diventando una discarica a cielo aperto :( Riciclare i materiali vuo dire in primis avere meno rifiuti, e pertanto meno inquinamento !!! In secondo luogo il riciclaggio serve per risparmiare le materie prime e si spera che durino molto più a lungo vista la grande quantità di estrazioni (di qualsiasi materiale) effettuate ogni giorno.

Il lato negativo, se così si può definire, di tutta questa storia è il fatto di dover "spendere" del tempo per suddividere i vari materiali e di avere spazio suffiente nella proprio abitazione per depositare i rifiuti. Per fortuna mi sono comprato una casa alquanto grande che mi permette di suddividere man mano i vari materiali. Sarebbe pertanto scomodo ogni giorno andare a gettare i singoli rifiuti.

Io in buona fede credo di fare il mio dovere e non mi pento affatto di perdere qualche secondo in più nel gettare i rifiuti. Il mondo è anche il mio e voglio salvaguardarlo !!!
Vorrei che i miei figli possano godersi tutto quello che la natura ci offre e fin'ora mi ritengo anche fortunato in quanto vivo in una zona particolarmente protetta e sensibile a questi fenomeni.

Dovrebbero essere le stesse amministrazioni comunali a fare un po' di propaganda e perchè no, anche ad incentivare il cittadino proponendo sconti sulle tasse dei rifiuti, cosa che dalle mie parti non accade affatto :(((

Non arriviamo a mali estremi... cerchiamo di fare il possibile oggi per regalare un futuro a chi verrà dopo di noi.
Questo è il mio pensiero....
questo è il mio consiglio...
ora sta a voi decidere.

Buon riciclaggio a tutti !!!!


PS. Un'ultima cosa.... imparate a leggere i simboli sulle confezioni. Su internet ci sono molte pagine dedicate a questo settore. Impare i simboli significa sapere in quale cassonetto gettarlo :)

Tag(s) : #Ambiente e Societa'

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: