Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Il più piccolo Comune delle Marche

 

Forse per alcuni di voi sembrarà impossibile, ma questo è il Comune più piccolo delle Marche, che ad oggi conta meno di 130 abitanti. Sto parlando di Acquacanina (MC), un piccolissimo paesino situato nell'entroterra marchigiano all'interno dell'ormai noto Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Con una superficie di 27 km quadrati e situato ad un'altezza di 740 metri sul livello del mare diviene un passaggio obbligatorio per i visitatori di questa zona del Parco. Sopra di essa infatti svettano enormi montagne che raggiungono anche l'altezza di oltre 2.300 metri.

Acquacanina (MC)

Il paese di per sè non offre praticamente nulla, nè al turista nè tantomeno ai residenti che si trovano ogni anno a fronteggiare i gravi disagi dovuti appunto alla loro posizione geografica; basti pensare che per arrivare al capoluogo (Macerata) bisogna percorrere ben 57 km. Probabilmente la nascita della sede comunale è dovuta anche a questo fatto. Nel paese sono presenti alcuni piccolissimi negozi a gestione familiare, un bar e un ristorante.

Dopo il terremoto del 1997 che aveva causato notevoli danni ed ulteriori disagi, il paese è praticamente tornato nuovo. Le abitazioni sono state tutte risistemate dando una buona impressione al passante. In concomitanza sono state anche costruiti alcuni impianti per favorire la rinascita ed il mantenimento dei ragazzi più giovani: centro polivalente (pattinaggio, pallavolo, pallacanestro), campo da tennis e campo di boccie. Probabilmente il campo di boccie è stato pensato principalmente per i 46 ultrasessantenni presenti nel comune.

Anche se sembra strano questo piccolo paese è sempre preso d'assalto dai turisti che in qualsiasi stagione dell'anno trovano uno spunto per recarsi nelle montagne sovrastanti. Infatti la ricchezza di questi luoghi deriva proprio dagli impianti sciistici (discesa e fondo) e dalle notevoli escursioni a piedi ed in bicicletta che si possono fare sui prati e sui sentieri del Parco. Per raggiungere questi luoghi si può scegliere tra due strade, di cui una passa all'interno di Acquacanina.

Il paese trovandosi sulla costa di una montagna, oltre che alle vette, offre suggestive escursioni nella vallata sottostante, tra cui le cascate dell'acquasanta di cui ho parlato tempo fa.

Come in tutti i paesi della zona non possono comunque mancare, chiese, abbazie e quel che resta di costruzioni romaniche che fanno da cornice a questo bellissimo quadretto naturalistico:

Iniziamo dall "Abbazia di Santa Maria di Rio Sacro" fondata dai Benedettini e costruita nel X secolo completamente in stile romanico. Al suo interno si possono ammirare alcuni dipinti del XV e XVI secolo e una cripta a tre navate.

Più recente e semplice è invece la "Chiesa della Madonna del Vallone" costruita infatti nel 1747.All'interno si trovano degli altari barocchi, delle tele e una "deposizione" di scuola Caravaggesca.

Nalla piccolissima frazione di Vallecanto si trovano invece i "ruderi del Castello dei Da Varano di Camerino", che non era altro che un fortino con all'interno la "Chiesa di S. Margherita".

Anche se il paese di per sè non offre grandi attrattive e ricettività, moltissimi sono i turisti che ogni anno percorrono le strade di Acquacanina. D'inverno gli sciatori prendono d'assalto sia le piste da fondo che da discesa, nonchè le notevoli cime dei monti per escursioni alpinistiche. Le altre stagioni invece sono molto adatte per passeggiate all'aria aperta, pic-nic, escursioni in mountain bike, trekking e addirittura paradendio e deltaplano.

Insomma, il posto ideale per immergensi totalmente nella natura ed apprezzare i fantastici monti del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Lassù lo spettacolo è unico e non stupitevi se ogni tanto, tra un uccello e l'altro, vedete svettare un'aquila maestosa, perchè quello è il suo regno, e come tale bisogna rispettarlo.

Tag(s) : #Viaggiare in Italia

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: