Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

Più semplice di così

 

Continuano le novità in casa Olympus. In questi giorni sono usciti alcuni modelli ai quali non si può passar inosservati. Tra questi c’è il modello C-480 zoom, un concentrato di tecnologia per i meno esperti, ma che non sanno rinunciare alla qualità.

Si tratta di una fotocamera digitale con sensore CCD da 4
milioni di pixel. Questo modello gode di alta tecnologia garantita dal marchio Olympus, che come sta facendo negli ultimi 2 anni ha inserito nelle sue apparecchiature fotografiche il processore TruePic TURBO garantendo così un ottimizzazione massima della fotocamera e della qualità delle foto.

Lo scopo di questo modello è stato quello di fornire all’utente una grande praticità d’uso programmando 16 diversi tipi di ripresa senza bisogno di interagire con il menù. Tutto questo per agevolare l’utente poco esperto o pigro sotto questo punto di vista.

Grande è anche il monitor TFT LCD (1,8”) naturalmente a colori da 85.000 pixel sul quale poter rivedere immediatamente le riprese effettuate.

Olympus Camedia C-480 ZOOM

A differenza di altri vecchi modelli, questo presenta una grande novità, e cioè una memoria interna da 14 MB. Questa memoria è residente all’interno della scocca e non è possibile estrarla. A supporto di questa c’è la possibilità di aggiungere a parte una memoria rimovibile di tipo xD-Picture Card (da 16 MB a 1 GB) naturalmente da comprare a parte.

Se questo è un pregio o un difetto non l’ho ancora capito...

Da un parte è utile perché sono sempre 14 MB in più da aggiungere alla capienza della memoria rimovibile, dall’altra è un difetto perché questa scheda non si può riciclare su un eventuale altro modello, in quando non estraibile.

Come tutte le cose bisogna guardarle dalla direzione può idonea alle proprie necessità :)

L’ottica è abbastanza buona in quanto la struttura delle lenti comprende 6 lenti in 5 gruppi e 3 lenti asferiche con le quali è possibile avere un’ottima visione, agevolati anche da uno zoom ottico che arriva a 3 ingrandimenti (3x)

A supporto di questo anche uno zoom digitale di 4x con il quale, secondo me, poco ci si fa. L’esperienza mi insegna che gli ingrandimenti digitali sgranano moltissimo le immagini e le rendono poi inutilizzabili, sia nel visionarle che nello stamparle. Pertanto non consiglio mai a nessuno di utilizzare gli zoom digitali. Quello che si fa con questi zoom lo si può far benissimo con un semplice software di grafica. A rovinare le immagini si fa sempre in tempo :)

Comunque, ritornando all’obiettivo e all’ottica c’è da dire con quelle lenti si può raggiungere una lunghezza focale che varia tra i 6,3 e 18,9 millimetri, che confrontato con lo standard a 35 mm corrisponde ad una 38-114 mm.

Come ho accennato prima questo modello punta molto sull’inesperienza e la pigrizia dell’utente. Infatti sono ben 16 i programmi automatici di ripresa, e cioè: Ritratto, Auto ritratto, Notturno, Ritratto notturno, Ritratto a luce ambiente, Paesaggio, Paesaggio con ritratto, Foto di alimenti, Interno, Interno con candele, Fuochi d’artificio, Spiaggia, Neve, Vetrina, Sport e Foto in pieno sole.

Per ottenere tanti diversi tipi di riprese in condizioni anche opposte di luce la fotocamera utilizza delle impostazioni automatiche con un ISO che varia tra 50 e 320.

Impressionante, rispetto alla grandezza focale, è anche la distanza operativa che riesce a raggiungere. Infatti essa dispone di una Super Macro di 2 centimetri con la quale si possono effettuare fotografie ravvicinatissime e renderle nitide e luminose. Mi raccomando di non utilizzare mai lo zoom quando si effettuano riprese in Super Macro in quanto l’obiettivo si restringe e si andrebbe a perdere la luce.

A confermare questa mia teoria sono anche i valori che si possono utilizzare per la posa. Per chi non lo sapesse la posa è una tecnica utilizzata per fare foto in condizioni molto particolari di luce: o quando ce n’è troppa o quando ce n’è poca.

In questo caso il modello punta molto su condizioni di luce estremamente alta. Infatti con essa si possono scattare fotogrammi alla velocità di 1/2000 di secondo. Ciò permette di immagazzinare pochissima luce rispetto a quella che si percepisce realmente.

In condizioni buie invece non è un granché efficace; essa infatti dispone di un tempo di posa massimo di 4 secondi che aiuta ben poco, ma niente non è :)

A fronte di questo problema viene in aiuto il flash che si trova incorporato nel corpo macchina. Esso può essere impostato in automatico oppure essere disattivato o attivato all’esigenza. La sua distanza operativa arriva ad un massimo di circa 3,7 metri.

Da non dimenticare la possibilità di effettuare gli scatti in sequenza (max. 7) con una velocità di 1,3 fotografie al secondo.

Questa fotocamera è predisposta inoltre per bilanciare il bianco nel migliore dei modi. Tra i valori reimpostati possiamo trovare le seguenti condizioni: Sole, ombra, luce fluorescente e luce al tungsteno

La messa a fuoco invece è veramente ottima e riesce ad ottimizzare la luce e la nitidezza dell’immagine tramite il sistema iESP che può essere sia automatico che TTL.

Le fotografie scattate vengono memorizzate sulle memorie sopra esposte in diversi tipi di formato selezionabile dal menù a seconda della qualità che si vuol ottenere. Il più tipico è il formato JPEG mentre per i video è MPEG (Motion JPEG).

La qualità delle foto e dei video è selezionabile tramite il semplice ed intuitivo menù perfettamente visibile nel display e disponibile in multilingua, tra cui l’italiano. La quantità di foto e la lunghezza massima dei video invece sono proporzionali alla capacità della memoria.

Essi si possono poi rivedere direttamente nel piccolo monitor oppure scaricandoli sul computer tramite la porta ed il cavo USB in dotazione nella confezione.

Tra l’altro è anche possibile stampare direttamente le foto attraverso il PictBrigde (DPS) su stampanti compatibili con queste impostazioni.

Un altro elemento che caratterizza questa fotocamera, e al quale dobbiamo dare il suo effettivo peso, è il fatto di utilizzare delle semplici batterie ricaricabili di tipo AA al Ni-MH. Compatibili sono anche le normali batterie alcaline reperibili facilmente in commercio. Oltre a questo sono anche compatibili le batterie ricaricabili di tipo AA al Ni-Cd oppure la speciale batteria al Litio LB-01.

Come potete ben capire il fatto di poter utilizzare tanti diversi tipi di batteria fa di essa una fotocamera molto flessibile. Da non dimenticare comunque la possibilità di attaccarci un adattatore AC, che nonostante possa limitarne l’uso, è sempre una fonte energetica da tenere in considerazione.

Considerando che l’alimentazione è costituita solamente da 2 batterie la fotocamera non ha di certo una grandissima autonomia, specialmente se si fa un uso frequente del flash e del monitor da 1,8 pollici. Per questo infatti consiglio sempre di portare con se almeno 2 batterie di riserva.

Visto da un’altra angolazione però l’uso di 2 batteria AA va ad incidere molto sul peso della fotocamera che appunto risulta estremamente leggera. Solo il corpo macchina, senza le batterie ed eventuale scheda xD-Picture Card, pesa 140 grammi per un volume caratterizzato dalle seguenti misure: 10,6 x 5,6 x 3,6 cm.

Ultima, ma non per importanza, è la possibilità di scattare fotografie tramite l’autoscatto.

Tanto per concludere facciamo un rapido resoconto sul contenuto della confezione originale: corpo macchina, 2 batterie ricaricabili, caricabatteria, cavo USB, cinghia per tracolla e software OLYMPUS Master ver. 1.1.

In buona sostanza si tratta di una fotocamera alquanto tecnologica ma poco flessibile all’utente esperto in quanto carente di impostazioni personalizzabili.

Consigliabile invece alle persone poche esperte ma che allo stesso tempo non vogliono rinunciare alla qualità. Con le 16 caratteristiche pre-impostate si ha la possibilità di ottenere il meglio in qualsiasi circostanza e senza alcuna fatica o conoscenza delle tecniche fotografiche.

Il peso e le dimensioni sono tali da non essere estremamente ingombranti e pertanto danno la possibilità di essere portata con sé con facilità. La scocca in metallo e l’obiettivo completamente a scomparsa fanno di essa una compatta molto resistente e robusta.

Tra le qualità tecnologiche c’è da mettere in risalto la grande luminosità che riesce a fornire. Di contro lo zoom ottico un po’ troppo basso, ma sempre nella media tra prodotti similari.

Il fatto invece di avere una memoria interna fissa, come ho spiegato sopra, può essere un pregio o un difetto a seconda delle esigenze.

Ad oggi il prezzo si aggira poco sopra i 200 euro, ma nei prossimi mesi è destinato di certo a scendere, anche perché in questo periodo sono usciti molti modelli nuovi, sia Olympus che di altre marche, e pertanto competitive sul mercato.

Da ricordare inoltre che sono necessarie le batteria di riserva (4 costano circa 12 euro) e una scheda di memoria di almeno 128 MB (circa 40 euro)

Consiglio pertanto, a chi la volesse comprarla, di attendere 2-3 mesi al fine di far abbassare un po’ il prezzo.

Con questo ho concluso ed auguro una buona fotografia a tutti :))))

Tag(s) : #Elettrodomestici & Co.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: