Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog

La mia prima videocamera

 

Dalla serie “non si finisce mai di imparare” ultimamente mi sono dovuto fare una cultura sulle videocamere digitali.
Questo mondo a me sconosciuto mi è stato “obbligato” dalla decisione di regalare una videocamera digitale per la tanto meritata laurea (108/110) conseguita lo scorso 8 aprile dalla mia fidanzata (per chi ancora non lo sapesse “scimmietta1979”).
Così almeno tutto resta in casa e ne approfittiamo per utilizzarla insieme :)

Partendo da zero è stata un’impresa non semplice. L’unico elemento a cui avrei dato peso sarebbe stato solamente lo zoom ottico. Forte delle conoscenze riguardo le fotocamera digitali, e avendone una a 10x ottico, cercavo una videocamera che mi desse prestazioni più alte possibili sotto questo aspetto.
Facendo un accurato sondaggio di mercato ho visto che le videocamere aventi uno zoom ottico superiore a 20x erano veramente poche, pertanto la scelta si è ridotta notevolmente e non è stata poi così drastica come preventivato. Certo, anche il prezzo doveva essere ragionevole, non volevo certo una videocamera di quelle professionali che bisogna aver paura a maneggiarla per paura di romperla !!!

Alla fine, forte anche del fatto che mia sorella ha un modello leggermente inferiore, e in poco meno di due anni non ha mai avuto un problema, ho scelto questo modello: CANON MV750i.

Canon MV750i

In primis la scelta è stata caratterizzata dal fatto che essa possiede un potentissimo zoom ottico da 22x con in più un piccolissimo obiettivo grandangolo da inserire facilmente davanti alla videocamera.
In pratica avevo già tutto quello che desideravo.

Ma naturalmente questo fantastico gioiellino tecnologico ha in sé moltissime altre caratteristiche di cui non si può far a meno di mensionare.

La videocamera si presenta in forma compatta e in linea con altri modelli simili. La cosa che mi ha colpito particolarmente è la sua leggerezza, specialmente se confrontata con la mia fotocamera digitale.
Altra cosa che mi preoccupava un po’ era imparare le funzioni basilare della stessa in modo da poter ottenere i miei primi video.
C’è da dire che essa risulta estremamente facile e pratica da utilizzare. Quasi tutti i comandi sono intuitivi e ben disposti sulla scocca. Pertanto è consigliabile anche a persone come me che non hanno mai posseduta una.
Essa dispone di un monitor LCD a colori da 2,5” molto luminoso e ben visibile. In alternativa c’è la possibilità di modificarne la luminosità tramite il semplice menù disponibile addirittura in 8 lingue.
Questo monitor ha la stupenda caratteristica di ruotare a 360° e pertanto può essere visibile anche al contrario, nel caso in cui si voglia utilizzare il comando a distanza o fare “auto-riprese”. Infatti nella scatola c’è anche un telecomando fornito di batterie con il quale è possibile effettuare tutte le operazioni della videocamera ad una distanza operativa molto alta.

A supporto dello zoom ottico di 22x viene incontro uno zoom digitale a 440x. Come ho riferito più volte quando ho commentato le fotocamere, sono del parere che lo zoom digitale sia solo uno “specchietto per le allodole” per attirare un pubblico poco informato. L’utilizzo di questo zoom infatti preclude una scarsa qualità dell’immagine e pertanto non consiglio mai a nessuno di utilizzarlo se non in particolari condizioni in cui davvero se ne può aver bisogno.

Questo dispositivo funziona con cassette Mini DV dove si possono memorizzare fino a 60 minuti di video. La qualità delle immagini è veramente eccezionale, dovuta dal fatto che esse vengono elaborate da un processore interno (DIGIC DV) che ne restituisce colori più intensi.

Merito di tutto è anche la presenza di un ottimo stabilizzatore di immagini che ne preclude eventuali movimenti della videocamera. Certamente se si utilizza a pieno lo zoom 22x è normale che ad un minimo movimento della mano corrisponda un ampio raggio. Pertanto in quel caso è indispensabile un cavalletto o al limite un posto stabile dove appoggiarla. La nitidezza delle immagini invece è caratterizzata da un’elevata risoluzione del sensore CCD (1/6”)

Altra caratteristica, della quale però non credo farò mai uso se non in caso estremi, è la possibilità di effettuare delle fotografie o piccoli video (320x280) e memorizzarli nella scheda SD da 8MB in dotazione nella confezione. La qualità di queste immagini sono solamente di 800.000 pixel pertanto utilizzabili a ben poco.

Per scaricare la scheda basta collegarla ad un computer tramite il cavo USB in dotazione, oppure si ha la possibilità di stampare il tutto mediante lo standard PictBridge che permette il collegamento direttamente ad apparecchiature compatibili.

Inoltre si ha anche la possibilità di copiare dalla cassetta DV direttamente sulla scheda SD fino ad massimo derivato dalla grandezza della scheda stessa. Questa scheda può essere sostituita con qualsiasi altra scheda di memoria superiore purchè rispetti lo standard SD.

Elemento eccezionale di questa videocamera è la possibilità di effettuare le riprese al buio. Infatti, oltre alla funzione “Night Mode” che permette ottime riprese in condizioni di scarsa luminosità, c’è anche la funzione “Super Night mode”. Essa funziona essenzialmente con un led posto davanti l’apparecchio che ne amplifica l’illuminazione permettendo riprese in quasi totale assenza di fonti luminose.

La qualità audio è veramente stupefacente. Vengono memorizzati dei suoni emessi anche a decine di metri e perfettamente comprensibili. Rivedendo il filmino della laurea ho avuto modo di confermare a pieno questa affermazione.

Moltissimi altre sono le funzioni presenti nella videocamera ma non ho ancora avuto modo di testarle tutte. Nel libretto delle istruzioni (in 3 lingue) sono indicate alcune funzionalità per interagire a pieno con l’apparecchio. Sicuramente da provarne una per una.

E dopo tutto ciò finalmente si arriva alla resa dei conti :)
La videocamera mi è costata 509,00 euro (ma non ditelo a Silvia :)) nonostante in giro l’abbia trovata a prezzi superiori e addirittura su internet. A questa spesa si è poi aggiunta una borsa con tracolla e vaschette varie da 16,00 euro, 5 cassette da 5,00 euro l’una (ma si trovano anche a meno di altre marche) ed una batteria di ricambio compatibile da 47,50 euro.

Attualmente questo modello è fuori produzione da circa un paio di mesi. E ce lo potevi dire prima, direte voi !!!! E invece no... il bello sta proprio qui. Essendo appunto fuori produzione gli ultimi modelli in magazzino vi verranno offerti ad un prezzo minore proprio per questo motivo. Pertanto a chi fosse interessato consiglio di affrettarsi a fare un rapido giro di mercato.
La serie MV7xx è stata sostituita a pieno con quella MV8xx, dove le migliorie sono di certo presenti e tra esse la qualità delle immagini a 1,33 MP e la fantastica modalità 16:9. Tra questi nuovi 5 modelli solo uno però possiede lo zoom ottico a 22x, ed nel particolare è il modello MV850i che non altro che la sorella maggiore di questa.

Concludo dando un parere molto positivo a questa videocamera con la quale ho stabilito subito un buon rapporto evidenziato dalle sue semplici ed intuitive potenzialità. Molte altre ne avrà di certo, anche perché nel libretto delle istruzioni sono nominate alcune cose delle quali non sono a conoscenza.
Pertanto ritengo di poterla consigliare a chiunque abbiamo un minimo di manualità con questi apparecchi tecnologici digitali.

Contenuto della confezione:
Corpo macchina, batteria, telecomando, batterie telecomando, Scheda Secure SD, copriobiettivo con laccetto, cinghia tracolla, obiettivo grandangolo, libretto delle istruzioni, Software per computer, cavo USB, cavo PAL e alimentatore per batteria.

Tag(s) : #Elettrodomestici & Co.

Condividi post

Repost0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: